Logo centro H

Il portale sulla disabilità

  Segnala ad un amico

Contributi mensili assistenza didattica svolta a domicilio

DI COSA SI TRATTA?
La Provincia di Ancona concede ai videolesi ed audiolesi rieducabili, con atto del responsabile a cui è affidato il servizio,un contributo mensile per assistenza didattica svolta a domicilio, per un periodo di 9 mesi per anno scolastico (1 settembre – 31 ma ggio), per un importo rapportato alle ore realmente effettuate dall'insegnante pomeridiana fino ad un massimo di € 310,00 mensili.
Nel caso in cui dalla dichiarazione mensile o bimensile delle ore effettuate per l'assistenza didattica si evidenzi un numero di ore inferiori rispetto a quelle ammesse all'assistenza, il contributo è liquidato solo per le ore effettivamente svolte.
Compiuto il 18° anno di età, per la concessione del contributo, vengono applicate le fasce di reddito previste nella Tabella A).
Tabella (A)

Fasce di intervento
Componenti nucleo famigliare
1
Componenti nucleo famigliare
2
Componenti nucleo famigliare
3
Componenti nucleo famigliare
4
Componenti nucleo famigliare
5
Componenti nucleo famigliare
6
Componenti nucleo famigliare
7 o +
Sussidi erogati in base alle fasce
I fino a
€ 1.482,21
€ 2.470,35
€ 3.285,57
€ 4.026,66
€ 4.693,68
€ 5.335,95
€ 5.928,84
€260,00
II fino a
€ 2.964,42
€ 4.940,70
€ 6.571,14
€ 8.053,32
€ 9.387,36
€ 10.671,90
€ 11.857,68
€155,00
III fino a
€ 5.928,84
€ 9.881,40
€13.142,28
€ 16.106,64
€ 18.774,72
€ 21.343,80
€ 23.715,36
€130,00
Se > a
€ 5.928,84
€ 9.881,40
€13.142,28
€ 16.106,64
€ 18.774,72
€ 21.343,80
€ 23.715,36
€ 0,00

A chi supera il tetto massimo viene erogato un contributo mensile pari al 50% della somma effettivamente spesa.
Il proseguimento dell'assistenza didattica domiciliare dopo la data del 31 maggio è concesso su apposita documentazione soltanto per gli esami, compreso quello di maturità al termine della scuola secondaria superiore e per esami universitari. Il nominativo dell'insegnante scolastico domiciliare è proposto dalla famiglia, e, per l'insegnamento agli audiolesi, deve essere autorizzato dalla Sezione provinciale dell'Ente Nazionale Sordomuti, mentre per l'insegnamento ai videolesi, dalla Sezione provinciale dell'Unione Italiana Ciechi. L'insegnante deve possedere almeno il diploma di scuola media superiore e, comunque, essere in possesso di un titolo di studio adeguato per agli insegnamenti da impartire agli alunni con handicap sensoriale.
 
Le varie tipologie di interventi assistenziali posti in essere dall'Amministrazione Provinciale non sono cumulabili, ne'tra loro nè con quelli erogati da altri Enti per le stesse finalità a favore dello stesso soggetto.
L'assistenza erogata mediante contributo economico decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione dell'istanza
 
 
COSA DEVO FARE?
Per accedere ai contributi mensili per assistenza didattica svolta a domicilio per i soggetti audiolesi e videolesi occorre che il genitore che esercita la potestà genitoriale o l'assistito stesso, se maggiorenne, presenti entro il 15 settembre di ogni anno la richiesta o la domanda di rinnovo su appositi moduli corredata delladocumentazione di sotto elencata:
    1. Dichiarazione sostitutiva delle certificazioni *) di Stato di famiglia;
    2. Dichiarazione sostitutiva delle certificazion *)di residenza; 
    3. Copia della certificazione rilasciata dalla AUSL di appartenenza o di un centro specialistico convenzionato che dettagli la patologia;
    4. Copia del Piano Educativo Personalizzato (P.E.P.), vidimato dalla scuola, in cui venga spiegata sia la necessità dell’intervento richiesto che la durata espressa in mesi;
    5. Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà **) redatta dal genitore o del soggetto, se maggiorenne, in cui si indichi la previsione del monte ore mensili necessario;
    6. Dichiarazione del nome e del cognome dell’insegnante con il visto dell’U.I.C. o dell’E.N.S.;
    7. Dichiarazione mensile o bimensile redatta dall’insegnante pomeridiana, con la specifica delle ore effettuate e del relativo importo ricevuto, controfirmato da un genitore o, se l’assistito è maggiorenne dallo stesso;
    8. Fotocopia della documentazione comprovante l’avvenuto pagamento dell’insegnante (vaglia postale, conto corrente postale o bonifico bancario con l’indicazione della motivazione del pagamento e del periodo di riferimento);
    9. Certificato di iscrizione e di frequenza scolastica;
    10. Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà **) dalla quale risultino i contributi percepiti o non percepiti da altri enti con le stesse finalità della Provincia di Ancona.
 
*     (art. 2 L. 04/01/68 n. 15 come modificato ed integrato dall’art. 3 L. 127/97 e dal DPR 403/98);
**   (art. 4 L. 04/01/68 n. 15 come modificato ed integrato dall’art. 3 L. 127/97 e dal DPR 403/98);
*** (art. 41 D.Leg.vo 25/07/98 n. 286);
 


A CHI MI POSSO RIVOLGERE?
Servizio Ente Località
Ufficio Assistenza Audiolesi Videolesi Provincia di Ancona Ancona


CHI MI PUÒ AIUTARE?
Associazione/Ente Località
U.I.C. Unione Italiana Ciechi Ancona
E.N.S. Ente Nazionale per la protezione e l'assistenza dei sordomuti Ancona

QUAL'E' LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO?

Documento pdfregolamento provinciale.pdf

 

Valid XHTML 1.0 Strict | Valid CSS! Mappa del sito | Privacy | Contatti | © Provincia di Ancona